come-raggiungere-lago-sorapis-se-soffri-di-vertigini

Le meraviglie delle nostre montagne sono note ormai a tutto il mondo, ma non sempre i luoghi più belli sono facili da raggiungere, come il Lago di Carezza o il Lago di Braies che si trovano a pochi metri dalla strada.

Esistono infatti dei luoghi, da vedere almeno una volta nella vita, che acquistano valore dal momento in cui per raggiungerli devi percorrere sentieri ostici e, a volte, affrontare anche qualche piccola paura. Ma d’altronde, è il bello stesso del praticare trekking in montagna.

Oggi parliamo del Lago di Sorapis, una delle gemme che illuminano le Dolomiti, ma a cui molti rinunciano leggendo i vari commenti nei forum. Perché? Perché i sentieri più conosciuti che portano al Lago di Sorapis sono impossibili per chi soffre di vertigini.

Il sentiero più famoso è il 215, che è il più breve per raggiungere il lago e quello con meno dislivello, ma anche quello che presenta i tratti più esposti.
Il sentiero parte dal famoso Passo Tre Croci. Ad un certo punto del sentiero, però, lo sterrato si restringe e, mentre a destra troverai una comoda corda in acciaio per reggerti (o legare i moschettoni, nel caso in cui tu li abbia), a sinistra si aprirà uno strapiombo di molti metri.

sentiero 215

Se questo ostacolo può sembrare piccolo per chi è abituato alla montagna, o semplicemente per chi non ha paura del vuoto, può diventare insormontabile per chi soffre di vertigini.
Se avete questo problema, evitate di intraprendere il sentiero 215, poiché esistono delle alternative.

Mappa dei sentieri per il lago Sorapis

Come raggiungere il Lago Sorapis se soffri di vertigini

Se, come molti altri, soffri di vertigini e ti spaventa l’idea di salire al Lago Sorapis percorrendo il sentiero 215, non rovinarti l’esperienza, poiché esiste un percorso alternativo.

Il percorso 217
tempo di percorrenza 2:45 – dislivello 600 mt circa

sentiero 217

Questo percorso è più impegnativo del 215, poiché più lungo e con un dislivello maggiore, ma non ha tratti esposti.
Si parte dalla zona di Federavecchia (l’ingresso al sentiero è proprio davanti all’Albergo Cristallo), dove è presente anche un comodo parcheggio. Lasciata l’auto, la strada entra all’interno del bosco, superando degli scenari davvero suggestivi.

percorso-217-lago-sorapis

Quando la strada si ridurrà a sentiero, inizierà la salita verso il Lago Sorapis. Qui le difficoltà sono date soltanto da alcuni tratti in cui le salite sono molto ripide, ma nulla di troppo impegnativo; ecco perché il sentiero 217 è il migliore per raggiungere il Lago di Sorapis se si soffre di vertigini. Durante la salita, non dimenticare di guardarti intorno per osservare le splendide cascatelle che accompagneranno la tua escursione.

Dopo quasi 3 ore di cammino, davanti a te si aprirà uno degli spettacoli più belli che avrai mai visto: un piccolo lago, che riflette perfettamente lo splendido scenario che lo circonda, tra cui l’imponente Monte Sorapis (chiamato anche il dito di Dio), nelle sue acque che sembrano un enorme cristallo.

come raggiungere il lago sorapis

Sei appassionato di trekking e di laghi di montagna?
Non perderti questo splendido articolo su I laghi più belli del Trentino Alto Adige. E se ne conosci altri che dovrebbero essere nella lista, non esitare a commentare!

Potrebbe anche interessarti

1 Rispondi a “Come raggiungere il Lago Sorapis se si soffre di vertigini”

  • Ciao Liz! ^__^

    Ora riprovo a commentare: volevo soltanto dire che io ho paura del vuoto ma con mio padre feci il 215! Cavoli!
    Averci pensato prima avrei fatto volentieri il 217…..comunque il lago è stupendo!

    Complimenti per questo articolo, assolutamente fondamentale per chi come me ha dei problemi con l’altezza e il vuoto!

    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *