itinerario giappone due settimane

La notizia bomba: il Giappone pagherà metà delle spese di viaggio

Di recente ho visto circolare online un quantitativo esagerato di articoli che parlano di un piano, elaborato dal Governo giapponese, per promuovere il turismo in Giappone dopo l’emergenza del Coronavirus. In cosa consiste questo programma? Secondo alcuni, il Giappone pagherà metà delle spese di viaggio dei turisti stranieri.
Dopo il lockdown infatti, il Giappone avrebbe perso il 99,9% dei turisti nel mese di aprile; mese che solitamente registra uno dei picchi nell’affluenza dei turisti nella terra nipponica (anche io ho scritto un itinerario di due settimane fai da te in Giappone, durante la fioritura dei ciliegi. Non è un caso, essendo uno dei periodi più belli per visitarlo) e che quest’anno è coinciso con l’esplosione della pandemia mondiale.

Il Giappone pagherà metà delle spese di viaggio?

Non mi piace dilungarmi in paragrafi inutili: la risposta è no.
Ovviamente, le testate giornalistiche hanno travisato le parole usate dal capo dell’Agenzia del turismo giapponese Hiroshi Tabata.
Secondo alcune testate e blog di informazione importanti che hanno pubblicato questo articolo,  il governo giapponese stanzierà 1,35 trilioni di yen per finanziare il un piano di rimborso del 50% delle spese sostenute dai turisti.
Tralasciando l’impossibilità di una manovra del genere, si tratta ovviamente di un articolo acchiappalike, che ha come fine quello di circolare ed espandersi a macchia d’olio, così da ottenere visite al proprio sito. Alla base di una pubblicazione del genere di solito c’è un ragionamento tipo: “sarà verificato quello che sto scrivendo? Chi lo sa, l’importante è fare visite”.

Cosa ha detto VERAMENTE la Japan Tourism Agency

Per rimediare al clamore mediatico che ha generato il travisare le parole di Hiroshi Tabata, la Japan Tourism Agency ha chiarito una volta per tutte i rumors che circolavano, secondo cui il Paese stava programmando di far partire una campagna che rimborsasse metà delle spese di viaggio dei turisti stranieri.
L’agenzia ha precisato che il programma (oltretutto, ancora solo presentato e non approvato) prevede di coprire solo una parte delle spese dei viaggi domestici (ossia giapponesi che viaggiano all’interno del loro Paese, il Giappone).
Inoltre, si parla di voucher rilasciati per un massimo di 20,000 yen a persona (l’equivalente di circa 180 euro).

Messaggio ufficiale nella pagina dell’Ente del Turismo Giapponese:

giappone paga metà spese di viaggio

Non affidatevi al primo articolo che circola nei social

Il mercato delle fake news non riguarda solo notizie politiche o sulla salute (come abbiamo potuto ben vedere durante l’emergenza del Coronavirus), ma anche il mondo dei viaggi. Affidatevi sempre ad una fonte ufficiale per recuperare le informazioni di cui avete bisogno!
Per quanto riguarda il Giappone, vi consiglio di seguire il sito del JapanTimes e l’Ente del Turismo Giapponese JNTO.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle notizie riguardo i viaggi in Giappone (soprattutto post-COVID19), iscriviti alla newsletter dedicata al Giappone.
Riceverai comodamente nella tua mail tutte le news più importanti, raccolte da fonti ufficiali, per organizzare il tuo prossimo viaggio in sicurezza. ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER SUL GIAPPONE (niente spam, promesso!)

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *